Fatti sui Giochi Olimpici

Quando si svolgono i Giochi Olimpici, gli atleti competono per le medaglie. Esistono tre categorie di medaglia: oro, argento e bronzo. La città ospitante costruisce un villaggio olimpico in cui gli atleti rimangono per la durata dei giochi. Per qualificarsi per i giochi, gli atleti devono prima qualificarsi nel loro sport ed essere cittadini del loro paese. Per anni, i dilettanti hanno gareggiato nei giochi, ma al giorno d’oggi, la maggior parte degli atleti sono professionali. Ecco alcuni fatti sui Giochi Olimpici e su ciò che comportano.

Antiche origini greche

I Giochi Olimpici sono stati giocati per la prima volta nel 720 a.C. e derivano dalla tradizione greca. È noto che i Greci avevano vietato la partecipazione delle donne nelle loro competizioni atletiche, quindi è stato un grande risultato quando hanno adottato la tradizione greca di nudità atletica. Oltre alle regole che vietano alle donne di partecipare a queste competizioni, la parola palestra deriva anche dal greco e significa scuola nuda.

Origini moderne

Le Olimpiadi moderne sono un evento multisport annuale originato nell’antica Grecia. I Giochi furono tenuti per la prima volta a Olympia, in Grecia, nell’ottavo secolo a.C., e successivamente furono rianimati alla fine del diciannovesimo secolo. Da allora, sono diventati la preminente competizione sportiva del mondo. Gli antichi giochi si tenevano ogni quattro anni e erano conosciuti come le Olimpiadi, dopo la parola greca per quattro anni. Oggi, i giochi si alternano tra edizioni invernali ed estive.

Tradizioni

La cerimonia di apertura è il momento più iconico dei Giochi Olimpici, combinando danza, teatro e musica per accogliere gli atleti e gli spettatori. Ogni anno, la cerimonia di apertura presenta un inno nazionale. In passato, gli atleti hanno ricevuto medaglie per prestazioni eccezionali nei vari eventi. Dal 1976, la cerimonia di apertura include esposizioni artistiche. Durante le Olimpiadi invernali di Pyeongchang, la Corea del Nord e del Sud marciarono insieme come una sola nazione.

Gli sport

La Carta olimpica specifica i tipi di sport che possono essere inclusi nei giochi. Per essere incluso, uno sport deve essere ampiamente praticato in almeno 75 paesi in quattro continenti. Deve anche essere rappresentativo delle tradizioni moderne. Alcuni sport, come le corse automobilistiche, sono stati esclusi dalle Olimpiadi perché non sono ampiamente praticati. Altri sport possono essere aggiunti in base alla loro popolarità tra i partecipanti, oppure possono essere interrotti se non sono più popolari.

Simbolismo

Gli anelli olimpici sono uno dei simboli più noti dei giochi. Sono composti da cinque anelli interbloccati di colori diversi, ognuno dei quali rappresenta un continente. Gli anelli sono visualizzati in uno schema unico che ricorda una costellazione. Simbolicamente, gli anelli rappresentano un mondo di unità. Sono anche spesso erroneamente associati ai continenti. Sviluppati nel 1913 da Pierre de Coubertin, gli anelli hanno lo scopo di rappresentare la cooperazione internazionale e l’unità degli atleti di tutto il mondo.

Fatti sui Giochi Olimpici