Beppe Grillo pubblica un video di 2 minuti per sfogarsi del trattamento mediatico riservato a suo figlio in merito all’indagine per molestie che lo vedeva coinvolto 2 anni fa. Il comico e politico italiano ha ricevuto molte critiche sfavorevoli a questo suo atteggiamento palesemente fuori luogo. Tra le voci del coro c’è quella dell’attrice ed attivista Lodovica Mairè Rogati che, solitamente lontana dalle polemiche di stampo politico, questa volta si è sentita in dovere di esprimere il suo dissenso viste anche le attività contro la violenza sulle donne portate avanti con l’Associazione ‘IO NON CI STO’.

Molte sono state le voci di dissenso in relazione alle dichiarazioni di Grillo ma la quasi totalità appartiene al mondo politico. Nessun personaggio pubblico si è indignato con forza pubblicamente contro il leader dei 5 Stelle ad eccezione dell’attrice, reporter ed attivista Lodovica Mairè Rogati la quale, attraverso la sua Associazione ‘IO NON CI STO’, ha urlato a gran voce il suo disprezzo per le vergognose parole di Grillo.

Sono scioccata e schifata dal video di Beppe Grillo. Inorridita è di certo la parola più appropriata! Ma come è possibile che si permetta ad un esponente pubblico di fare affermazioni così aberranti?! Definire suo figlio ed i suoi amici come dei giovani ragazzi che si stavano solo divertendo con il pene di fuori mentre vi è una ragazza che ha denunciato una violenza sessuale lo trovo imperdonabile e la Magistratura DEVE assolutamente prendere provvedimenti! Ma come, Grillo ha cavalcato per tutta la sua squallida vita l’onda del giustizialismo, anche solo quando qualcuno veniva indagato e mai perseguito dalla Legge in un procedimento, ed ora che è coinvolto un suo familiare improvvisamente la vittima del reato diventa una bugiarda e l’accusato un povero caprio espiatorio del Sistema Giudiziario??? Non credo di trovare le parole giuste per esprimere quanto mi fa orrore Grillo e sua moglie! Quest’ultima ancora più disgustosa visto che da donna dovrebbe comprendere che cosa stia passando quella povera ragazza. Amare i propri figli non significa sostenerli nel torto ma cercare di aiutarli lì dove essi commettono degli errori. Spero che la Magistratura faccia luce su questa vicenda in maniera chiara e limpida e che la giovane che dichiara di aver subìto lo stupro possa avere giustizia. Voglio ricordare che non esiste un tempo entro il quale possiamo e dobbiamo essere credibili nel momento in cui decidiamo di denunciare un abuso sessuale, una minaccia o molestia. 

Continua Lodovica Mairè Rogati: “La vittima ha il sacrosanto diritto di vivere il suo trauma ed il suo dolore come, quando e QUANTO vuole ed il resto del mondo deve tacere. Ho vissuto sulla mia pelle l’ignoranza e la ferocia dell’opinione pubblica quindi il mio pensiero ed il mio abbraccio va solo a questa giovane donna che mi auguro sia supportata dalla sua famiglia e protetta da chi le vuole bene. Per quanto riguarda Beppe Grillo ritengo che debba farsi curare perché l’isteria e la follia dei suoi modi e delle sue parole sono sintomo di un evidente disturbo mentale. Concludo dicendo che il Movimento 5 Stelle si deve vergognare tanto quanto il suo leader per non aver preso una netta distanza dallo stesso ed averlo al contrario sostenuto con ipocrisia e stupidità!”.

Ringraziamo Lodovica per il contributo concessoci! A breve cercheremo di contattarla di nuovo per sapere la sua opinione riguardo al DDL ZAN.

Rassegna Stampa Politica: intervista a Lodovica Mairè Rogati